Partito il circuito regionale “Gran Prix” per nati nel 2007. La serie di prove, programmate in coda alle fasi di qualificazione per la partecipazione elle finali dei Campionati Italiani di classe (Esordienti B, Cadetti, Junior ed Assoluti), darà la possibilità agli atleti del primo anno agonistico di cimentarsi confrontandosi con i pari età delle diverse realtà regionali. Vengono inoltre messi in palio premi di fine stagione per gli atleti più assidui e talentuosi. La prima tappa si è tenuta presso il Palatenda di Castelmaggiore il diciassette febbraio, in coda al torneo di qualificazione per il Campionato Italiano Cadetti (ovvero atleti under 18). Dopo avere staccato il pass per le finali con ben ben cinque atleti,  i Tecnici del Budokan Institute hanno seguito i primi passi in gara di sette esordienti A e tre di essi sono saluti sul podio: Lorenzo Boscarino e Viola Franzoni hanno conquistato la medaglia d’oro mentre Federico Roncarati è riuscito a conquistare il bronzo. Costruttiva l’esperienza degli altri piccoli atleti impegnati nella gara: Giammarco Natali, Samuele Gamberini, Vladislav Lukin e Lorenzo Tesini.
            Il 23 e 24 marzo si è tenuto presso il palazzetto dello sport di Conegliano l’internazionale di Judo “Vittorio Veneto”: una delle manifestazioni di judo più “hard” d’Europa, riservata ai maturi atleti under 36. Valido come Gran Prix Junior/Senior, ha visto in gara quasi duemila atleti provenienti da varie nazioni europee.  Prima assoluta di questo livello (tantissimi atleti delle nazionali maggiori di varie nazioni europee oltre all’italiana) per sette giovani atleti del Budokan Institute, che sono stati guidati in gara dal Tecnico Federale Alessandro Ansaloni. Nonostante la giovanissima età gli atleti hanno disputato dei confortanti incontri. Daniele Gasparri ha dovuto rinunciare causa influenza e Andrea Bertuzzi si è dovuto fermare in un incontro che stava vincendo a causa di una distorsione alla caviglia. Gian Marco Coppari supera il primo incontro battendo per ippon l’austriaco Matthias Wimberger (Judo Union Pinzgau) ma viene fermato nel successivo da Claudio Carbone che arriverà quinto in una categoria con quarantuno atleti ai nastri di partenza. Non vanno oltre il primo incontro Marco Maffeo e Francesco Longo (categoria con 64 atleti), Brunaldo Renzi (categoria con 104 atleti) e Leonardo Cittadini (categoria con 62 atleti).
Condividi i nostri contenuti su:
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *